K19 LA STORIA SEGRETA DEL SOTTOMARINO SOVIETICO di HUCHTHAUSEN PETER

K19 LA STORIA SEGRETA DEL SOTTOMARINO SOVIETICO di HUCHTHAUSEN PETER

K19 LA STORIA SEGRETA DEL SOTTOMARINO SOVIETICO di HUCHTHAUSEN PETER

16,00 €
Disponibile
Quantità



Ean 9788862886901
TitoloK19 LA STORIA SEGRETA DEL SOTTOMARINO SOVIETICO
AutoreHUCHTHAUSEN PETER
EditoreODOYA
CollanaODOYA LIBRARY
Data pubblicazione30/09/2021
Sin dalla sua costruzione nel 1958, la storia del sottomarino sovietico di classe Hotel K-19, il primo a essere equipaggiato con missili nucleari, è stata costellata di luci e ombre. Varato l'8 aprile 1959, il K-19 fu costruito in un periodo in cui l'Unione Sovietica era intenzionata a eguagliare la potenza nucleare degli Stati Uniti, sino ad allora in netto vantaggio. Tuttavia, nella volontà di schierare il sommergibile rapidamente, come dimostrazione di potenza, furono messi in secondo piano diversi requisiti di sicurezza, determinando così una serie di malfunzionamenti. Il 4 luglio 1961 avvenne il più tragico degli incidenti: dopo alcune esercitazioni nell'Atlantico, a 45 metri di profondità, l'equipaggio del K-19, agli ordini del capitano Nikolaj Zateev, si trovò a fronteggiare un incubo nucleare. Una grave perdita nel reattore aveva causato il guasto del sistema di raffreddamento, portando a un pericoloso aumento della temperatura all'interno del nucleo. Ad aggravare la situazione si accompagnò anche il malfunzionamento del sistema radio, che lasciò l'equipaggio isolato e senza la possibilità di contattare Mosca. Il sottomarino fu costretto a emergere e gli uomini a un grande atto di coraggio, sacrificandosi per riparare l'avaria prima che causasse un disastro nucleare. Nel 2006, l'ex presidente dell'Unione Sovietica Michail Gorba?ëv ha proposto l'equipaggio del sottomarino al Nobel per la pace, per le azioni compiute il 4 luglio 1961. L'incidente, secretato per quasi trent'anni, torna alla luce grazie alle ricerche di Peter Huchthausen che, recuperando le memorie del capitano Zateev, ricostruisce gli eventi che hanno portato a scongiurare una Terza Guerra Mondiale, rendendo il giusto merito a degli eroi che hanno dato la vita per l'umanità. Postfazione di Kathryn Bigelow.